L'UE e il mondo

Europa-Asia: Il canale che cambia tutto

7 ottobre 2010
Presseurop
România libera

"Un gruppo russo-kazako annuncerà prossimamente la costruzione di un canale di 700 chilometri che collegherà il Mar Caspio al Mar Nero", rivela România Liberă. Battezzato con il nome di "Eurasia", il progetto "cambierà radicalmente la geopolitica dell'Asia centrale, permettendo a Kazakistan, Azerbaigian e Iran di diventare potenze marittime e ai russi di realizzare il sogno di Stalin, un canale navigabile per avvicinare la Cina all'Europa". 

Secondo il quotidiano di Bucarest il progetto "non solo fornirà ai russi una chiave d'accesso economica e geostrategica per l'Asia", ma al prezzo di 25 miliardi di euro faciliterà anche l'accesso ai giacimenti d'idrocarburi del Mar Caspio e sarà accompagnato da una rete autostradale che collegherà la Russia alla Cina. Secondo i calcoli di România libera, "se venissero deviate sul canale il 5 per cento delle merci che attualmente viaggiano per mare tra la Cina e l'Europa, i paesi di transito riceverebbero circa 2,2 miliardi di euro di tasse all'anno". Una ragione in più, conclude il quotidiano, perché l'Unione europea "presenti finalmente la sua Strategia per il Danubio, fiume che guarda caso sfocia nel Mar Nero".